• Home
  • CRANIOSACRALE BIODINAMICA
  • Programma Arco di Trento

Programma Arco di Trento - Craniosacrale Biodinamica

La formazione, sia per i contenuti che per il numero di ore, segue i criteri indicati dall’associazione nazionale di craniosacrale (ACSI): 700 ore totali di cui 400 frontali.

Seminario Introduttivo
LA GRAMMATICA DEL TOCCO 17-18 NOVEMBRE 2018
Introduzione alla Craniosacrale Biodinamica. Due giornate per esplorare la tavolozza del tocco Craniosacrale, le sue potenzialità e specificità. 

Seminario Introduttivo
LA GRAMMATICA DEL TOCCO 26-27 GENNAIO 2019 
Introduzione alla Craniosacrale Biodinamica. Due giornate per esplorare la tavolozza del tocco Craniosacrale, le sue potenzialità e specificità. 

Seminario I
IL CORPO PRESENTE 22-24 MARZO 2019
le basi della biodinamica Introduzione alla storia del lavoro craniosacrale: il passaggio dalla concezione meccanicistica, alla concezione biodinamica del Sistema Respiratorio Primario. Come stabilire un campo di relazione integro: la presenza, i fulcri, negoziazione dello spazio e del contatto. L’archetipo della linea mediana e le sue implicazioni biodinamiche. Lo spazio come risorsa e l’espansione del campo di percezione. La Sorgente, l’Essere, il Sé. Le metafore del corpo: implicazioni nella relazione con il cliente. La neutralità nella relazione verbale. Risorse interne ed esterne. Il rituale del contatto. Autoregolazione. BMC®: Consapevolezza e respiro cellulare 

Seminario II 
IL CORPO FLUIDO 31 MAGGIO - 2 GIUGNO 2019
percezione delle dinamiche fluide 
Ascoltare, percepire e distinguere le forze di salute al lavoro nell’organismo. Il Sistema Respiratorio Primario: circolazione e fluttuazione del liquido cerebrospinale. Percezione della fluttuazione longitudinale e delle maree. Il cambiamento olistico: l’assestarsi del campo di interrelazione. Still point (riconoscere i momenti di quiete). Il Breath of life (Respiro di Vita) come la nostra risorsa principale. Focusing: introduzione al lavoro di Eugene Gendlin. BMC®: I fluidi, il sistema di comunicazione del corpo.

Seminario III 
IL CORPO OLOGRAFICO 26-28 LUGLIO 2019
percezione della mobilità e della motilità
Introduzione al modello olografico: raggio di riferimento e raggio di lavoro. Percezione della mobilità delle ossa craniali: base e volta cranica. Riconoscere le forze biochinetiche e biodinamiche al lavoro. Differenza tra mobilità e motilità nei tessuti. I tre passi di Becker nel processo di guarigione. Focusing: Lavorare con il felt sense in diade, utilizzando l’ascolto attivo e le domande aperte. BMC®: Il sistema scheletrico 

Seminario IV 
IL CORPO TENSEGRITO 11-15 SETTEMBRE 2019
la struttura della vita
Il processo di trasmutazione dalla non forma alla forma: due polarità che si attraggono. Orientamento ai tre corpi sospesi: il corpo fisico, fluido e della marea. L’importanza dei fulcri naturali, dei fulcri di inerzia e della neutralità. Le membrane a tensione reciproca e il fulcro di Sutherland. Il punto di tensione bilanciata verso lo stato di tensione bilanciata. La mobilità dell’osso sacro tra le due ali iliache. Il Verbale nella seduta cliente-operatore. Il linguaggio che crea spazio e la multidimensionalità dell’esperienza. SEISA: sensazioni, emozioni, immagini, significati, azioni. Come accompagnare la seduta con il verbale applicando SEISA. Dentro le parole: comprendere gli aspetti impliciti del linguaggio e riconoscere quel linguaggio che aiuta la presenza. Sessioni di supervisione.

Seminario V 
IL CORPO SILENZIOSO 15-17 NOVEMBRE 2019
strumenti fluidi di conversazione con il sistema
Silenzio, vuoto, calma come fattori di guarigione. La motilità del sistema nervoso centrale. Abilità di conversazione fluida col sistema: dirigere la potenza che è nei fluidi. Esplorazione degli still-point durante la fase inspiratoria ed espiratoria (CV4-EV4). Il Sistema Nervoso Autonomo e la bilancia vegetativa. Authentic movement – authentic speech. BMC®: Il Sistema Nervoso

Seminario VI 
IL CORPO SPAZIOSO 31 GENNAIO-2 FEBBRAIO 2020
il concetto di intelligenza intrinseca
Il piano di lavoro intrinseco I.  Abilità di conversazione fluida col sistema: fluttuazione laterale, disingaggio, trazione. 
Anatomia e drenaggio dei seni venosi. Trauma: le risposte fisiologiche alla minaccia. Lavorare con gli stati di iper-attivazione. Il primo colloquio: la case history. 
Meditazione: il movimento spontaneo

Seminario VII 
EMBRIOLOGIA FENOMENOLOGICA 3-5 APRILE 2020
rimettersi in contatto con le forze di salute al lavoro fin dall’origine
Le prime tre settimane di sviluppo embrionale. Ignizione del concepimento, due polarità che si fondono. Sacco vitellino (ventralità) e sacco amniotico (dorsalità). Le tre linee mediane e la loro derivazione embriologica. La gastrulazione e la formazione dei tre foglietti embrionali: endoderma, mesoderma, ectoderma. Psicologia somatica: i tre foglietti e le strategie di vita.  Meditazione: riconnettersi alle origini. Sessioni di supervisione.

Seminario VIII 
LA DORSALITÀ (prima parte) GIUGNO 2020
Introduzione alle dinamiche della colonna vertebrale in relazione alla linea mediana primaria. Le vertebre come coesione di forma intorno al principio della linea mediana e la loro motilità. La triade occipitale: occipite, atlante, epistrofeo e le loro interrelazioni. I nervi craniali. Le articolazioni sacro-iliaca e lombo-sacrale. Chi Kung dei tre corpi. BMC®: I tre piani di movimento. 

Seminario IX
LA LATERALITÀ tridimensionale (prima parte) SETTEMBRE 2020 
Il piano di lavoro intrinseco II: l’interscambio ritmico bilanciato. Derivazione embriologica della lateralità: il mesoderma. Lavoro sui diaframmi, le articolazioni, i legamenti, le aponeurosi e la fascia nella sua interezza. Trauma: riconoscere e lavorare con gli stati di ipo-attivazione. Esperienze in diade e supervisione sul verbale. 
BMC®: Il tessuto connettivo.

Seminario X 
LA VENTRALITÀ (prima parte) NOVEMBRE 2020
Le ossa del cranio viscerale e le ossa del viso, interrelazioni fluide con le ossa della boccia cranica. Derivazione embriologica di neuro e viscero-cranio. L’articolazione temporo-mandibolare, i suoi legamenti e il segmento orale. BMC®: Il sistema dei legamenti.

Seminario XI 
LA DORSALITÀ (parte seconda) GENNAIO 2021
Gli schemi classici dell’articolazione sfeno-basilare (fisiologici e non fisiologici). Introduzione alle dinamiche intraossee e la loro motilità. Meditazione camminata. Sessioni di supervisione.

Seminario XII
LA LATERALITÀ tridimensionale (parte seconda) MARZO 2021
Introduzione al lavoro con gli organi, l’organogenesi. Le relazioni tra organi e fascia. Embriologia e palpazione degli organi di derivazione mesodermica. Il sangue come tessuto fluido: tensegrità e polarità col liquido cerebro-spinale. Ignizione del cuore durante la sua discesa, lungo la linea mediana, nello spazio del pericardio. Le meditazioni del cuore. 

Seminario XIII 
LA VENTRALITÀ (parte seconda) MAGGIO 2021
L’osso ioideo e le sue relazioni con la visceralità. Embriologia e palpazione degli organi di derivazione endodermica. Il segmento facilitato. Il cordone ombelicale e sue implicazioni: la linea mediana di relazione. L’ignizione della nascita 1. BMC®: Il sistema degli organi.

Seminario XIV 
LA NASCITA LUGLIO 2021
Introduzione alle dinamiche della nascita: i quattro stadi del processo di nascita dal punto di vista del bambino. Principi di base del lavoro con i neonati e con i bambini. Ignizione della nascita 2: ignizione dei fluidi nel terzo ventricolo al momento della nascita. Introduzione alla teoria dell’attaccamento. Sessioni di supervisione.

Seminario Integrativo XV 
ANDARE NEL MONDO SETTEMBRE 2021
I rituali di passaggio. Integrazione di ciò che si è appreso nei due anni di corso. Principi deontologici, il setting, autovalutazione, consegna dei diplomi.

 

SEDE
Il Centro di Meditazione Kushi Ling si trova in un luogo isolato nell’ambiente roccioso e tranquillo della zona di Arco, a circa 8 km a nord del Lago di Garda. Caratteristica del luogo è l’affascinante contrasto tra le ultime propaggini delle Alpi coperte di neve e il clima mite con la macchia mediterranea creata dagli ulivi e dai cipressi. La casa è circondata da prati, orti e frutteti coltivati biologicamente. È stata ristrutturata secondo i principi della bioedilizia nel tradizionale stile trentino.